.
Annunci online

interstizi
“Non voglio nemmeno sapere se sono esistiti uomini prima di me” -Cartesio-


Diario


31 maggio 2007

What's in my fridge








permalink | inviato da il 31/5/2007 alle 16:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


29 maggio 2007

This is a TRAILER




permalink | inviato da il 29/5/2007 alle 15:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


25 maggio 2007


Mi chiamo Michele Collura, ho ventisette anni (h 1.74, peso 80 chili, dell'Inter) e non me ne frega un cazzo di questa storia di questi libri che ci sono adesso.
Io, credo che questa minchia di new age è meglio di finirla.
Io una volta sono andato in un posto in campagna un agriturismo pieno di new age dove dei cretini stavano tutto il giorno chiusi in casa a guardare i film della campagna, io le ho detto cazzo state tutto il giorno in casa a guardare i film della campagna se fuori c'è la campagna?
Quelli mi hanno detto che era una dimensione interiore i ciaccra, puttanate, io gli ho detto guarda che tu sei un esaurito, voi siete peggio dei preti, vi siete bolliti la scatola cranica con la profezia di Cielestino, quelli mi hanno detto che ero violento perchè era evidente che io mangiavo troppa carne e che la carne fa diventare violenti, io le ho detto che i vegetariani sono dei pirla, che voglio vedere se preferiscono mangiare un finocchio al posto di un kingbecon se preferiscono un cazzo di sedano invece di un doppio cheese, quelli mi hanno detto di stare zitto, che rovinavo tipo l'aura, che facevo vibrazioni negative hanno spruzzato una cagata all'orzo aromatizzato non so una specie di sprai new age. dopo hanno respirato tutti profondo hanno iniziato a ballare una cosa tipo Battiato sempre uguale.
Io me ne sono andato a puttane.




permalink | inviato da il 25/5/2007 alle 17:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


25 maggio 2007

31 Dicembre 2001

Mi piace: il tuo sguardo rotondo, i tuoi occhi, come ridi. Non mi piace: il fatto che consideri i baci una faccenda da disbrigare rapidamente, quasi una formalità doganale. Mi piace: il tuo modo d’essere, la tua dipendenza indipendente e intoccabile. Non mi piace: la tua incapacità di verbalizzare i sentimenti, il tuo pudore nell’affrontare certi argomenti, cose che finiscono per diventare non-comunicazione. Dubbi. Mi piace: il fatto che abbiamo gli stessi ritmi di conversazione, tanto che potremmo uscire a cena senza dire quasi una parola, ma la serata sarebbe perfetta lo stesso. Siamo tre “Mi Piace”  a due “Non Mi Piace”. Mi piaci..




permalink | inviato da il 25/5/2007 alle 16:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 maggio 2007

quote of the day

"Gli umani sai fanno fatica ad accettare l'idea di esser totalmente superflui".

-BiscaZulu: I tre terroni-




permalink | inviato da il 24/5/2007 alle 9:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


21 maggio 2007

Reverse




permalink | inviato da il 21/5/2007 alle 13:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


18 maggio 2007


"Era un mondo adulto,
si sbagliava da professionisti"
- Paolo Conte -




permalink | inviato da il 18/5/2007 alle 10:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa


16 maggio 2007

What's in my oven (detail)




permalink | inviato da il 16/5/2007 alle 16:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


16 maggio 2007

309 look




permalink | inviato da il 16/5/2007 alle 16:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


16 maggio 2007


...e io ovviamente l'11 ero a torino...




permalink | inviato da il 16/5/2007 alle 15:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


16 maggio 2007

more than words...






permalink | inviato da il 16/5/2007 alle 15:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


15 maggio 2007

Il cielo su Torino




permalink | inviato da il 15/5/2007 alle 9:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


14 maggio 2007




...perchè uno più cresce in un'azienda più fa
cose inutili...?




permalink | inviato da il 14/5/2007 alle 15:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


8 maggio 2007

Who killed Bambi?




permalink | inviato da il 8/5/2007 alle 15:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (22) | Versione per la stampa


3 maggio 2007

La prima classe costa mille lire, la seconda cento

stamattina ho perso il treno. ho dovuto prendere quello successivo, una tradotta sferragliante costruita negli anni 40, arrivata a busto già piena. con un'abile manovra ho conquistato un posto nell'angolo, dove potevo tenere i piedi distesi senza farmeli calpestare. avevo un maniglione in un rene, ma non era poi male. avevo anche una discreta vista attraverso l'azzurro del graffito che ricopriva il vetro. le facce dei treni di seconda classe sono interessantissime, sono "custom" (per gli addetti ai lavori = "non standard"). sguardi allucinati, occhiali storti, odore d'aglio, capelli col segno del cuscino... siamo lontanissimi dagli standard cui sono abituato: i lampadati incravattati che usano il portatile per giocare a bubble bobble e che hanno 3 o 4 cellulari. una ragazza brufolosa col fondotinta messo male si aggrappa per non cadere, e mi pianta un gomito nella panza. lo terrà lì fino alla fine del viaggio. io imparerò a inibire la mia respirazione diaframmatica e a sviluppare quella polmonare. mi squilla il telefono, james hetfield urla "so fucking what?!". per rispondere mi sfilo l'urlante cellulare dalla tasca dei jeans, lo passo a un tizio che ha un braccio libero, il quale me me lo ripassa bypassando 2 o 3 persone. la terza classe costa dolore e spavento e puzza di sudore nel boccaporto. in tutto questo ho ascoltato il disco migliore dell'anno, finora: matisyahu - youth. e in compenso la sessantuno era vuota.




permalink | inviato da il 3/5/2007 alle 10:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa


2 maggio 2007


Origlio i tecnici che sviluppano tecnicismi. Giustificano stipendi e diplomi. E si ritrovano come me la sera con dei grossi question marx e una lattina di birra tiepida appoggiata alla fronte.  Il mio treno tarda, questa sera, ma tanto conduce a casa solo morti. Metto il muso in stand-by e il sonno distende le rughe.

Diciassette sillabe, come un haiku. Il tuo nome scomposto in elementi darebbe ciò che i giappo amano scrivere sulla pelle dei tatuaggi il marmo delle tombe e la memoria dei piccoli studenti in uniforme blu. Mentre intingo il pennello la mia mano pensa a tuttaltro qualcosa di isterico e i segni si mescolano all’orizzonte. Sei dipinta lì, da oggi, sull’orizzonte, fra i fiori di ciliegio e i laghi perfetti immaginari necessariamente orientali.

Seguo col dito la forma delle lettere scrivo amore e lo penso rivolto a me stesso. Disegno la mia faccia innamorata ebete e inutile. L’umanità non c’è più. Grazie Mr.Nietzsche, Grazie Mr.Baumann, Grazie Miss.Hilton. Amo i vostri pensieri. Come il mio volto.




permalink | inviato da il 2/5/2007 alle 17:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia     aprile        giugno
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

Click 2 Chic


 

CERCA